Lo spaghetto di Marchetto: Drastica decadenza anticiclonica garantirà qualche giorno freddo e perturbato a più riprese.

Buon pomeriggio!

Mentre sto scrivendo questo articolo è in atto il tanto aspettato e chiacchierato cambiamento del tempo.Una vasta colata di aria artico marittima si appresta a valicare la catena Alpina prima  da Rodano e poi dalla porta della bora.In precedenza venti impetuosi di Garbino hanno spazzato le regioni centrali dal Tirreno all’adriatico e con la formazione di un minimo di bassa pressione sul nord ovest della penisola è arrivato anche il maltempo.Maltempo non forte che nel settore medio adriatico al momento è sotto forma di rovesci o piogge al massimo moderate sospinte ancora dal forte vento occidentale.Dalla tarda serata/nottata la situazione tenderà a mutare con lo spostamento del minimo in approfondimento verso Emilia e romagna che attiverà venti di bora anche essi sostenuti e locale inasprimento del maltempo.Deciso calo termico e passaggio a venti di tramontana da domani,ma miglioramento del tempo.Il tempo si manterrà variabile per qualche giorno e freddo,ma tra giovedì e venerdì al momento è visto dai modelli matematici una nuova incursione simile alla precedente,quindi con nuove piogge e rovesci.Per tutto il periodo in Appennino saranno possibili nevicate a quote medie ed a quote basse nelle Alpi a favore di un ripristino delle condizioni meteo climatiche del periodo.Nel lungo termine si nota  come ci sia un passaggio di bassi geo potenziali (zone di bassa pressione)dall’Atlantico al continente Euro asiatico che probabilmente favoriranno il riaffermarsi di una rimonta anticiclonica verso il Mediterraneo.Ne riparliamo.

PRECISAZIONE: Il grafico elaborato in questa rubrica è specifica per una macro area posizionata all’incirca nella zona costiera centrale adriatica e riguarda una emissione delle 4 giornaliere.Tale situazione incide notevolmente sulla precisione della tendenza sopratutto con lo scorrere della scala temporale.

M. Lucarelli