Lo spaghetto di Marchetto: Anticiclone “mangia autunno” ancora protagonista,ma dal weekend si andrà verso un clima più dinamico e freddo.

Buon pomeriggio!

Continua e continuerà almeno fino a venerdì la pesante anomalia barica e termica avuta in queste settimane AUTUNNALI .Tendo a sottolineare AUTUNNALI perchè sovente sul web si tende a generalizzare troppo sul tipo di stagione che stiamo vivendo assimilandola all’inverno,ancora distante come deve essere.Certo,ciò non sminuisce la persistente anomalia barica  e termica sopratutto sul bacino del Mediterraneo.Dopo un transitorio ed effimero passaggio instabile e più fresco questo weekend,l’anticiclone “mangia autunno”ritornerà a pascolare sul mediterraneo regalandoci valori termici,che sopratutto in quota(parliamo di valori alla quota barica di 850 hpa) spiccheranno per anomalia.Alle quote più basse grazie a nebbie spesso persistenti le temperature non sembreranno poi così tanto anomale.Da venerdì la cinta zonale che scorre da ovest verso est,sembra incepparsi e grazie all’innalzamento dell’anticiclone verso nord prima e verso nord est poi ci regalerà una prima rottura dalla monotonia.Fredde correnti artiche scenderanno rapidamente di quota spazzando via l’anticiclone,ma al momento sembrano favorite da tale manovra Francia e Spagna.Da noi maltempo e temperature in calo maggiore con lo spostamento della bassa verso levante con temperature anche sotto media.La neve sembra garantita su Alpi ed Appennini anche a quote inferiori ai 1000 mt.Tale situazione sembra al momento transitoria e la sua pesantezza varia a seconda delle emissioni,ma certo da un punto si deve cominciare.Ci aggiorniamo.

PRECISAZIONE: Il grafico elaborato in questa rubrica è specifica per una macro area posizionata all’incirca nella zona costiera centrale adriatica e riguarda una emissione delle 4 giornaliere.Tale situazione incide notevolmente sulla precisione della tendenza sopratutto con lo scorrere della scala temporale.

M. Lucarelli