Seasonal Weather forecast (Autunno 2017)

L’Autunno meteorologico è alle porte e come sempre, cerchiamo di capire come potrebbe evolvere questa stagione.

Il 1° Settembre, entrerà l’autunno meteorologico, un autunno che definirei dai due volti. Mentre, astronomicamente parlando, l’Autunno entrerà il 22 Settembre alle ore 20:02, in tale giorno le ore di buio saranno uguali alle ore di luce. Da questo giorno in poi, le ore di luce andranno via via calando fino al solstizio d’inverno.

L’Estate appena conclusa verrà ricordata negli annali come una delle estati più calda e siccitosa di sempre. E’ da Aprile/Maggio, infatti, che non si hanno piogge degne di questo nome, se non fenomeni violenti e localizzati, mentre le temperature sono state sempre abbondantemente sopra media, e tra fine Luglio ed inizio Agosto, hanno scritto una nuova pagina della storia della climatologia, regalando, purtroppo, record di temperatura mai raggiunti su tutto il territorio nazionale.

Ora, come sempre, cercheremo di capire l’evoluzione del tempo per i mesi futuro e vi ricordiamo che, ciò che vedrete e leggerete, sono tendenze meteorologiche, non previsioni e non possono essere utilizzate per pianificare attività umane, ma hanno solo scopi scientifici ed informativi. Ricordiamo inoltre che le mappe, rappresentano una media di probabilità, di avere, sul maggior numero di giorni nel mese, la configurazione o le anomalie descritte.

Settembre 2017 vedrà un debole cambio di circolazione, ma che potrebbe risultare importante per il Mediterraneo. Infatti vedrà un rafforzamento del vortice polare, ed allo stesso tempo un abbassamento del fronte polare, scalzando più facilmente gli anticicloni. Ritroveremo un anticiclone delle Azzorre ed un anticiclone Africano, invadenti, ma alla stesso tempo più malleabili sotto l’espansione del vortice polare. Ritroveremo anche un possente anticiclone sulla Russia europea, il quale garantirà incursioni umide da nord/nord ovest. A Sud, invece la faranno da padrone le depressioni. In Italia, ci attendiamo un periodo generalmente ancora sopra la media del periodo, specie sui versanti Occidentali e Isole, mentre sui versanti adriatici, il sopra media potrebbe risultare più contenuto.Ancora scarse le precipitazioni, purtroppo, infatti difficilmente si andrà a concludere sopra media, se non sui rilievi alpini. Sotto media un po’ generalizzato altrove, con possibilità di media per i versanti adriatici.

 

Ottobre 2017 cambia un po’ la situazione. Ottobre terrei a ricordarlo, è un mese cruciale per sapere le sorti dell’inverno. In questo caso troveremo la stessa dinamica sopra descritta, ma con una dislocazione tutta più ad est, mentre le depressioni a sud ovest, le troveremo più invadenti verso il sud del mediterraneo.  In Italia, ci attendiamo un periodo piuttosto secco dal punto di vista precipitativo al Centro ed al Nord, mentre potrebbe risultare in media il Sud, soprattutto Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Dal punto di vista termico, ci aspettiamo un generale sopra media, soprattutto sui versanti occidentali, con possibile eccezione delle regioni sopra indicate, dove il sopra media potrebbe essere non eccessivo.

 

 

Novembre 2017 ultimo mese autunnale, che ci potrebbe portare un forte cambio circolatorio. Infatti ritroveremo gli anticicloni propensi ad ergersi alle alte latitudini, con possibile dislocazione di una bella fetta di vortice polare, tra Europa e Mediterraneo, con flusso umido in entrata sia da est che da ovest. In Italia, non mancheranno, finalmente, le piogge, più abbondanti al nord e versanti tirrenici. Le temperature potrebbero risultare in media con il periodo, localmente poco sopra, soprattutto sui versanti adriatici, o localmente poco sotto, soprattutto sui versanti Tirrenici.

 

 

E con questo, vorrei ringraziarvi per l’attenzione ed augurarvi buon autunno.

 

Matteo M.