Estate 2016 : partenza calda ma instabile, poi largo spazio al sole!

L’estate meteorologica è alle porte e come sempre, cerchiamo di capire come potrebbe evolvere questa stagione.

Con il 1° di Giugno, ci lasceremo alle spalle una Primavera dai due volte, con un Marzo piovoso ed a tratti freddo, un Aprile tardo primaverile ed un Maggio si miti, ma anche piovoso. In generale la Primavera che si appresta a concludersi il 31 Maggio, si chiuderà sopra la media termica, soprattutto grazie all’anomalo Aprile, mentre le precipitazioni sembra alla fine risultare più o meno in media. Orientativamente, seguendo le nostre tendenze, è andata come ci aspettavamo, senza grandi sorprese.

Come detto nello scorso editoriale, anticipiamo già, che con un totale stravolgimento degli indici, da questa Primavera in poi, il clima, andrà cambiando da fine Autunno/Inverno 2016, favorendo regimi più freschi/freddi e piovosi.

Tornando a noi, astronomicamente invece, l’Estate, o meglio il solstizio d’Estate cadrà il 20 Giugno alle 22.34. In questa giornata le ore di luce sono maggiori rispetto alle ore di buio; da qui in poi le giornate inizieranno ad accorciarsi, anche se ciò si inizierà a notare da Agosto in poi.

Ma torniamo all’aspetto meteorologico, andando ad analizzare le possibili tendenze per l’Estate 2016.

Ora, come sempre, cercheremo di capire l’evoluzione del tempo per i mesi futuro e vi ricordiamo che, ciò che vedrete e leggerete, sono tendenze meteorologiche, non previsioni e non possono essere utilizzate per pianificare attività umane, ma hanno solo scopi scientifici ed informativi.Ricordiamo inoltre che le mappe, rappresentano una media di probabilità, di avere, sul maggior numero di giorni nel mese, la configurazione o le anomalie descritte.

Giugno 2016 vedrà delle fasi altalenanti sull’Europa. Troveremo una depressione d’Islanda ancora invadente tra Atlantico e Gran Bretagna, la quale causerà delle discese perturbate tra Spagna ed Atlantico. In risposta a tale configurazione, troveremo un potente anticiclone tra Russia Europea e Mediterraneo. Tale situazione però non tenderà a staticizzarsi, in quanto le depressioni tra Atlantico e Spagna, tenderà a muoversi verso Est/Nord Est, garantendo disturbi su buona parte dell’Europa del Sud e Centrale. In Italia, ci attendiamo temperature più alte delle medie, ma non eccessivamente, a causa delle possibili correnti atlantiche che di tanto, in tanto andranno a smorzare i periodi caldi, che difficilmente supereranno i 10 giorni. Le precipitazioni risulteranno in media o poco sotto media al Nord, sotto media al Centro ed al Sud.

Luglio 2016 : Il secondo mese d’Estate, anzi possiamo definirlo il mese per eccellenza dell’Estate, non sembra tradire questa nomea. Infatti troveremo le perturbazioni atlantiche rilegate molto a Nord, mentre dall’Atlantico alla Russia Europea ritroveremo un possente anticiclone. In Italia, ci attendiamo in generale temperature ovunque sopra le medie del periodo, mentre le precipitazioni risulteranno sotto le medie del periodo. Difficilmente avremo perturbazioni, possibili solo brevissimi break per infiltrazioni da Nord.

Agosto 2016, l’ultimo mese d’Estate, vedrebbe di nuovo l’instaurarsi dell’anomalia di Giugno, ma con un maggiore influsso sul Mediterraneo, in quanto le perturbazioni in discesa da Nord, tenderanno ad affondare in pieno atlantico, favorendo così rimonte Africane tra Mediterraneo ed Est Europa.  Questo garantirà sulla penisola Italiana, temperature superiori alla media del periodo, anche di molto, e precipitazioni sotto la media del periodo. Non si prevedono break significativi neanche in questo mese.


In Sintesi
 ci attende un’Estate sopra/molto sopra la media del periodo su tutto il territorio italiano. Le precipitazioni sono attese sotto media soprattutto al Centro ed al Sud.

Matteo M.